LA GUERRIERA CI HA LASCIATI

[cmsmasters_row][cmsmasters_column data_width=”1/1″][cmsmasters_text]

La Calabria perde una grande donna, una “guerriera” che non ha mai smesso di lottare contro un male subdolo, una patologia tumorale,  con il quale conviveva da anni e che più volte, l’aveva messa all’angolo.

Se ne è andata nella notte, lasciando sgomenta la comunità calabrese e non solo, la Governatrice Jole Santelli, donna dolce e gentile, innamorata della sua terra e della sua gente per la quale ha lavorato sino alle sue ultime ore di vita.

Proprio ieri, era stata in Regione per alcuni incontri istituzionali, aveva tanti sogni da realizzare per la sua terra e non aveva paura di affrontare gli avversari politici, di prendere decisioni “scomode” che potessero in un certo senso, esporla anche negativamente da un punto di vista mediatico.

LEGGI ANCHE  8 MARZO: ALCUNE IDEE PER FESTEGGIARE LA GIORNATA DELLA DONNA

Jole era una donna schietta e sincera, non ha mai nascosto la verità sulla sua condizione di salute ma è sempre stata una combattente nella vita privata e in politica. Le immagini delle sue tarantelle (danza tradizionale del Sud) improvvisate per festeggiare la sua elezione alla Regione Calabria o quella di qualche giorno fa insieme alla neo sindaca di San Giovanni in Fiore, hanno scatenato un vero polverone che però, non ha scalfito l’animo della Governatrice indefessa che ha continuato il suo “atto d’amore per la Calabria”.

Jole era un’amica, una donna coraggiosa, un politico fiero e orgoglioso delle sue idee e sia quando era deputato alla Camera che da Governatrice, ha combattuto per offrire una occasione di riscatto alla Calabria. In queste ore, i ricordi degli amici, dei compagni di partito, dei cittadini, dei suoi cari invadono la rete e regna sovrana l’incredulità di chi, sino a ieri, ha lavorato a stretto contatto con lei.  Al momento non è chiara la causa che ha portato al suo decesso, ma secondo i primi riscontri si sarebbe trattato di un arresto cardiocircolatorio.

LEGGI ANCHE  DAL 18 MAGGIO SI TORNA A MESSA MA CON QUESTE INDICAZIONI

Di certo, va via in punta di piedi, all’età di 52 anni, una politica di razza, una amata, a volte contestata ma onesta  amministratrice impegnata da sempre per la legalità e il bene comune. In un giorno triste come quello di oggi, riecheggiano i suoi sorrisi di una Jole serena e spensierata che, forse, adesso ha trovato finalmente la sua pace.

 

[/cmsmasters_text][/cmsmasters_column][/cmsmasters_row]

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI