METTI UNA SERA A ROMA: TRA STORIA, CARBONARA, CACIO E PEPE E IL GENTILINO CHE NON TI ASPETTI.

[cmsmasters_row][cmsmasters_column data_width=”1/1″][cmsmasters_text]


Se Roma è un riassunto di storia italiana, la sua Carbonara è leggenda!

Oggi andiamo a Trastevere, uno dei quartieri più antichi della Città Eterna, sede di storiche trattorie e ristoranti tipici locali; dove la tradizione e la storia si fondono sapientemente dando vita ad un vero e proprio percorso sensoriale.

Passeggiando tra i vicoli illuminati e affondando i tacchi tra i San pietrini consumati dal tempo, troviamo lo storico e pluri recensito “Tonnarello”: una tipica trattoria romana rinomata per la sua eccellente Carbonara!

 

Ordiniamo tutto! Dai carciofi alla giudea, croccanti e super saporiti, alla focaccia al rosmarino calda e “scrocchierella”. Lasciamo stare i secondi e ci fiondiamo sulla scelta dei primi piatti: “una carbonara e una cacio e pepe, grazie”.

Dopo il primo boccone, ecco la sentenza:  se la carbonara è la regina di Tonnarello, la cacio e pepe è la cugina figa, con tanto di mantello, corona e scettro.

LEGGI ANCHE  FEDERICO MOCCIA E ALEX CAMINITI INSIEME PER L'ARTE A VENEZIA

Entrambe mantecate ad hoc e servite in un’ umile (ma funzionale) padellina che tiene caldo il tonnarello fresco senza scuocerlo. Il gusto è intenso ma delicato, i sapori si sentono tutti, la pancetta è croccante, saporita e non eccessivamente salata, il cacio e il pecorino non risultano stucchevoli nonostante l’abbondante porzione è il profumo è da perdere la testa.

Un trionfo di sapori e odori che rende l’esperienza da Tonnarello un percorso mistico, in grado di appagare tutti i sensi e regalare piccoli momenti di estasi.

Ma non finisce qui…

Siamo a Roma, ok la Carbonara ok la Cacio e Pepe ma, come ci insegna il buon Alessandro Borghese, un assaggino di tiramisù non ce lo meritiamo?

LEGGI ANCHE  LA PASQUA ROMANA ANCORA IN PANDEMIA: LE TRADIZIONI RELIGIOSE E GASTRONOMICHE

Ne ordiniamo uno in due e ce ne pentiamo dopo il primo assaggio: il tiramisù di Tonnarello non va condiviso. Siate egoisti e tenetelo tutto per voi!

Un semplice bicchiere da trattoria e 3 ingredienti:

  • biscotti gentilini che non ti aspetti
  • Mascarpone  in quantità industriale
  • Caffè e spolverata di cacao

Voto 10+! Indubbiamente uno dei  migliori tiramisù di Trastevere.

Se siete a Roma non potete non fare un salto da Tonnarello, ma ricordate che il tiramisù non va condiviso!


Claudia Russo Digital PR & Press Office Mo: (+39) 3298048783 Klaudiarussopr@yahoo.comklaudiarusso@me.comIg: @claudia_russo__

 

[/cmsmasters_text][/cmsmasters_column][/cmsmasters_row]

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI