RECORD MONDIALE DI OFFSHORE: DOMANI L’IMPRESA DI SCHEPICI E MONTAVOCI

[cmsmasters_row data_shortcode_id=”kcx19zzhpi” data_padding_bottom_mobile_v=”0″ data_padding_top_mobile_v=”0″ data_padding_bottom_mobile_h=”0″ data_padding_top_mobile_h=”0″ data_padding_bottom_tablet=”0″ data_padding_top_tablet=”0″ data_padding_bottom_laptop=”0″ data_padding_top_laptop=”0″ data_padding_bottom_large=”0″ data_padding_top_large=”0″ data_padding_bottom=”50″ data_padding_top=”0″ data_bg_parallax_ratio=”0.5″ data_bg_size=”cover” data_bg_attachment=”scroll” data_bg_repeat=”no-repeat” data_bg_position=”top center” data_color=”default” data_bot_style=”default” data_top_style=”default” data_padding_right=”3″ data_padding_left=”3″ data_width=”boxed”][cmsmasters_column data_width=”1/1″ data_shortcode_id=”d7p03pmd6q” data_animation_delay=”0″ data_border_style=”default” data_bg_size=”cover” data_bg_attachment=”scroll” data_bg_repeat=”no-repeat” data_bg_position=”top center”][cmsmasters_text shortcode_id=”9mghsapnc5″ animation_delay=”0″]

È ufficiale: l’appuntamento con l’impresa di Maurizio Schepici e il suo Tommy One è fissato domani mattina intorno alle 9,30, alla Marina di Nettuno. Il campione di offshore insieme a Giampaolo Montavoci, uno dei piloti più esperti del campo, affronteranno la sfida di superare il record mondiale nel tragitto Messina-Vulcano-Messina.

Il record da superare è di 80 miglia da percorrere in meno di un’ora a bordo del “Tommy One”: l’imbarcazione costruita per l’occasione, nei cantieri METAMARINE, con struttura in kevlar, pvc espanso ed ancora kevlar.

I due campioni hanno raccontato i dettagli dell’impresa qualche giorno fa. Le ultime prove tecniche sono al termine, non resta che riscaldare i motori: «Sono mesi che ci prepariamo per raggiungere questo record – ha concluso Schepici – a fronte dell’emergenza mondiale causata dalla pandemia. Sono, inoltre, molto contento di poter fare il tentativo nella mia città e lungo le sue coste che tanto amo».

LEGGI ANCHE  L'ANTICA FESTA DEL BORGO SAN LEONE

Sarà Nautica Femminò a fornire tutti i supporti necessari per affrontare e vincere la grande sfida, che i messinesi attendono con emozione.

 

[/cmsmasters_text][/cmsmasters_column][/cmsmasters_row][cmsmasters_row data_shortcode_id=”3ehxlc5b7z” data_padding_bottom_mobile_v=”0″ data_padding_top_mobile_v=”0″ data_padding_bottom_mobile_h=”0″ data_padding_top_mobile_h=”0″ data_padding_bottom_tablet=”0″ data_padding_top_tablet=”0″ data_padding_bottom_laptop=”0″ data_padding_top_laptop=”0″ data_padding_bottom_large=”0″ data_padding_top_large=”0″ data_padding_bottom=”50″ data_padding_top=”0″ data_bg_parallax_ratio=”0.5″ data_bg_size=”cover” data_bg_attachment=”scroll” data_bg_repeat=”no-repeat” data_bg_position=”top center” data_color=”default” data_bot_style=”default” data_top_style=”default” data_padding_right=”3″ data_padding_left=”3″ data_width=”boxed”][cmsmasters_column data_width=”1/1″ data_shortcode_id=”g8em4nbp9h” data_animation_delay=”0″ data_border_style=”default” data_bg_size=”cover” data_bg_attachment=”scroll” data_bg_repeat=”no-repeat” data_bg_position=”top center”][cmsmasters_text shortcode_id=”th4t8ki4n” animation_delay=”0″]

LA SINERGIA TRA UNIVERSITÀ E UIM

Nell’attesa della grande sfida, questa mattina, alla Marina del Nettuno, è stato siglato un accordo di collaborazione della durata di 5 anni, con opportunità di rinnovo, tra l’Università di Messina e la UIM, Federazione Mondiale di Motonautica.

L’Ateneo peloritano ha infatti dato un contributo importante alla realizzazione del Tommy One. Parte delle sue componenti sono state infatti realizzate con il lavoro e la partecipazione attiva del laboratorio di Progettazione Nautica e Industriale del Dipartimento UniMe di Ingegneria.

LEGGI ANCHE  "VACCINIAMOCI INSIEME" AL CENTRO COMMERCIALE TREMESTIERI: DOMENICA L'OPEN DAY

L’UIM  svilupperà, assieme all’Ateneo, sinergie su ambiti di comune interesse tra i quali conferenze tecniche e scientifiche, programmi ed attività per ricercatori e dottorandi di ricerca e per studenti e laureati attraverso tesi di laurea, stage e tirocini.

«Ringrazio il dott. Raffaele Chiulli (Presidente UIM e GAISF)– ha commentato il Rettore Salvatore Cuzzocrea – per aver creduto nella nostra Università e per aver siglato l’Accordo che è frutto di una lunga collaborazione consolidatasi nel tempo e di un rapporto di fiducia instauratosi dopo aver testato le qualità delle nostre eccellenze. Sulla barca c’è tanto del nostro Ateneo, anche in termini di sicurezza e sostenibilità ambientale, e sono felice che Maurizio Schepici, insieme al copilota, abbia scelto la sua città per tentare di stabilire il nuovo record».

[/cmsmasters_text][/cmsmasters_column][/cmsmasters_row]

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI