LAVORO, ECCO CHI LO TROVA FACILMENTE

L’inserimento nel mondo lavorativo, si fa sempre più complicato. Chi ha appena terminato il percorso scolastico, sostenendo gli esami di maturità, lo sa bene e da tempo tenta di orientarsi per operare le scelte future migliori.

Anche i meno giovani, disoccupati o lavoratori poco soddisfatti, cercano di individuare le nuove opportunità. Un mondo in continua trasformazione che richiede conoscenza, competenza, esperienza e, soprattutto, idee chiare. Le aspirazioni devono spesso conciliare attitudini ed aspettative realistiche.

Falsi miti

Non è vero che, oggi, il lavoro si deve inventare. Si deve pianificare, per quanto possibile: chi è in cerca di un lavoro può non trovarlo oppure, una volta ottenuto, può scoprire di aver sbagliato direzione.  

Intanto, da un lato riscontriamo un alto tasso di disoccupazione e dall’altro un’ampia offerta di lavoro che non riesce a rintracciare candidati perché non ci sono le figure professionali necessarie.

Il Progetto Excelsior

In Italia, entro il 2023, saranno richiesti tra i 2,5 ed i 3,2 milioni di occupati per il settore privato e per la pubblica amministrazione. Principalmente dovranno essere coperti quei posti resi liberi dal normale turnover occupazionale e, solo in piccola parte, nuovi posti generati dalla crescita economica. 

LEGGI ANCHE  NON È UN LAVORO DA DONNA! DISCIPLINE S.T.E.M. E PREGIUDIZI

Una previsione operata grazie al Progetto Excelsior di Unioncamere (Unione italiana delle Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura) ed ANPAL (Agenzia Nazionale Politiche Attive del Lavoro). 

Un’indagine sul mondo del lavoro, costantemente aggiornata dal 1997, che monitora le assunzioni con cadenza mensile, trimestrale ed annuale, fornendo informazioni preziose per l’occupazione  e la formazione.

La crisi legata all’emergenza Covid, rende ancor più necessario conoscere le prospettive occupazionali nelle imprese e la domanda dei profili professionali più richiesti. Sul sito https://excelsior.unioncamere.net/ sono disponibili tutti i dati nazionali e quelli relativi a 105 province italiane. Una piattaforma che definisce le richieste delle aziende e le successive assunzioni, specificando settore, età, formazione, titolo di studio, contratto di lavoro, etc.

Digitale ed Ecosostenibilità

La rivoluzione digitale e l’ecosostenibilità, sono i settori trainanti e guidano la domanda complessiva di lavoro. La “digital transformation”  richiede lavoratori con specifiche competenze matematiche, informatiche, digitali e 4.0: esperti nell’analisi dei dati, nell’analisi del mercato, della sicurezza informatica e dell’intelligenza artificiale.

LEGGI ANCHE  CENTRI PER L'IMPIEGO, SCHIFANI PROROGA I CONTRATTI DEI NAVIGATOR

L’economia circolare, invece, rende indispensabile la conversione dei processi produttivi. Le aziende necessitano di esperti in gestione dell’energia, acquisti verdi, marketing ambientale, etc.

Salute e Benessere

Proprio in questi mesi abbiamo potuto constatare, ed anche subìto, la carenza di figure professionali urgenti per tutto il settore sanitario. C’è bisogno di medici, infermieri, fisioterapisti e tecnici di laboratorio medico.

Educazione e Cultura

Alle imminenti assunzioni di nuovi docenti nella scuola, si affianca la ricerca di progettisti di corsi di formazione. Traduttori, organizzatori di eventi culturali, esperti in comunicazione e marketing dei beni culturali, dovrebbero contribuire invece al rilancio del settore turistico.

Lavoro e Titolo di studio

Diploma, qualifica e diploma professionale, offrono i maggiori sbocchi lavorativi. Le aziende richiedono appena il 15% di laureati, privilegiando il percorso universitario ad indirizzo economico e quello di ingegneria.

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI