AL VIA DOMANI LA MATURITÀ 2020. TUTTO QUELLO CHE C’È DA SAPERE

[cmsmasters_row data_width=”boxed” data_padding_left=”3″ data_padding_right=”3″ data_top_style=”default” data_bot_style=”default” data_color=”default” data_bg_position=”top center” data_bg_repeat=”no-repeat” data_bg_attachment=”scroll” data_bg_size=”cover” data_bg_parallax_ratio=”0.5″ data_padding_top=”0″ data_padding_bottom=”50″ data_padding_top_large=”0″ data_padding_bottom_large=”0″ data_padding_top_laptop=”0″ data_padding_bottom_laptop=”0″ data_padding_top_tablet=”0″ data_padding_bottom_tablet=”0″ data_padding_top_mobile_h=”0″ data_padding_bottom_mobile_h=”0″ data_padding_top_mobile_v=”0″ data_padding_bottom_mobile_v=”0″ data_shortcode_id=”3iwkh97wr”][cmsmasters_column data_width=”1/1″ data_bg_position=”top center” data_bg_repeat=”no-repeat” data_bg_attachment=”scroll” data_bg_size=”cover” data_border_style=”default” data_animation_delay=”0″ data_shortcode_id=”w9j7e0qb8″][cmsmasters_text shortcode_id=”4iutc5pmrk” animation_delay=”0″]

La maturità come non l’abbiamo mai vista e neppure immaginata. E’ quella ai tempi del Coronavirus, che inizierà domani per quasi 500mila studenti in tutta Italia. Si tratta di una versione straordinaria dell’esame, che si svolgerà in presenza, ma consisterà in una sola prova orale. Aboliti gli scritti dunque, per un esame di Stato che passerà alla storia come del resto molti altri eventi che hanno stravolto le nostre vite negli ultimi quattro mesi.

Per la verità però esiste nel recente passato un triste precedente risalente al 2009, quando a seguito del terremoto de L’Aquila i maturandi della zona rossa furono sottoposti al solo esame orale.

[/cmsmasters_text][/cmsmasters_column][/cmsmasters_row][cmsmasters_row data_width=”boxed” data_padding_left=”3″ data_padding_right=”3″ data_top_style=”default” data_bot_style=”default” data_color=”default” data_bg_position=”top center” data_bg_repeat=”no-repeat” data_bg_attachment=”scroll” data_bg_size=”cover” data_bg_parallax_ratio=”0.5″ data_padding_top=”0″ data_padding_bottom=”50″ data_padding_top_large=”0″ data_padding_bottom_large=”0″ data_padding_top_laptop=”0″ data_padding_bottom_laptop=”0″ data_padding_top_tablet=”0″ data_padding_bottom_tablet=”0″ data_padding_top_mobile_h=”0″ data_padding_bottom_mobile_h=”0″ data_padding_top_mobile_v=”0″ data_padding_bottom_mobile_v=”0″ data_shortcode_id=”s9zm5yo66j”][cmsmasters_column data_width=”1/1″ data_bg_position=”top center” data_bg_repeat=”no-repeat” data_bg_attachment=”scroll” data_bg_size=”cover” data_border_style=”default” data_animation_delay=”0″ data_shortcode_id=”4f2r1zlftm”][cmsmasters_text shortcode_id=”40j4062p9v” animation_delay=”0″]

LEGGI ANCHE  IL CORONAVIRUS NON FERMERA’ LA BELLEZZA. GLI OPERATORI DEL SETTORE BEAUTY PRONTI ALLA FASE DUE

LA PROVA

La novità più importante sta proprio nel fatto che gli esami di maturità 2020 si ridurranno ad un’unica prova orale, che terrà conto della preparazione dei maturandi su tutte le materie.

I colloqui dureranno circa 60 minuti, scanditi da 5 fasi:

1.presentazione di un elaborato da parte dello studente, consegnato per email entro il 13 giugno, che riguarderà le discipline che avrebbero dovuto essere oggetto della prova scritta. Per esempio latino e greco per il liceo classico, matematica e fisica per lo scientifico e le lingue straniere per il linguistico.

2.analisi di un testo di letteratura italiana tra quelli studiati nel corso dell’anno in sostituzione della prima prova scritta, quindi di Italiano.

3.discussione multidisciplinare sui materiali predisposti dalla commissione;

4.relazione sulle esperienze vissute dallo studente durante il tirocinio dei Pcto (‘Percorsi per Competenze trasversali e l’orientamento’ ex alternanza scuola-lavoro)

5.quesiti su Cittadinanza e Costituzione

[/cmsmasters_text][/cmsmasters_column][/cmsmasters_row][cmsmasters_row data_width=”boxed” data_padding_left=”3″ data_padding_right=”3″ data_top_style=”default” data_bot_style=”default” data_color=”default” data_bg_position=”top center” data_bg_repeat=”no-repeat” data_bg_attachment=”scroll” data_bg_size=”cover” data_bg_parallax_ratio=”0.5″ data_padding_top=”0″ data_padding_bottom=”50″ data_padding_top_large=”0″ data_padding_bottom_large=”0″ data_padding_top_laptop=”0″ data_padding_bottom_laptop=”0″ data_padding_top_tablet=”0″ data_padding_bottom_tablet=”0″ data_padding_top_mobile_h=”0″ data_padding_bottom_mobile_h=”0″ data_padding_top_mobile_v=”0″ data_padding_bottom_mobile_v=”0″ data_shortcode_id=”6rrwgi1pi8″][cmsmasters_column data_width=”1/1″ data_bg_position=”top center” data_bg_repeat=”no-repeat” data_bg_attachment=”scroll” data_bg_size=”cover” data_border_style=”default” data_animation_delay=”0″ data_shortcode_id=”ezkdw21hek”][cmsmasters_text shortcode_id=”t7n2cbic7t” animation_delay=”0″]

LEGGI ANCHE  QUANDO LE ARTI ANTICHE DIVENTANO RISCATTO

MISURE DI SICUREZZA

La regola numero uno è evitare assembramenti. Nessuna claque per sostenere i candidati, che al massimo potranno portare una persona ad assistere all’esame. Chi entra a scuola deve avere un’autocertificazione del proprio stato di salute. Non deve avere la febbre oltre i 37,5 gradi e non deve essere in quarantena. Dentro le scuole tutti dovranno mantenere una distanza di almeno 2 metri l’uno dall’altro, mentre all’ingresso bisognerà igienizzarsi le mani con il gel apposito. Non servono i guanti. I commissari avranno l’obbligo di indossare sempre la mascherina, i maturandi invece potranno abbassarla durante il colloquio.

[/cmsmasters_text][/cmsmasters_column][/cmsmasters_row][cmsmasters_row data_width=”boxed” data_padding_left=”3″ data_padding_right=”3″ data_top_style=”default” data_bot_style=”default” data_color=”default” data_bg_position=”top center” data_bg_repeat=”no-repeat” data_bg_attachment=”scroll” data_bg_size=”cover” data_bg_parallax_ratio=”0.5″ data_padding_top=”0″ data_padding_bottom=”50″ data_padding_top_large=”0″ data_padding_bottom_large=”0″ data_padding_top_laptop=”0″ data_padding_bottom_laptop=”0″ data_padding_top_tablet=”0″ data_padding_bottom_tablet=”0″ data_padding_top_mobile_h=”0″ data_padding_bottom_mobile_h=”0″ data_padding_top_mobile_v=”0″ data_padding_bottom_mobile_v=”0″ data_shortcode_id=”ud668sg2je”][cmsmasters_column data_width=”1/1″ data_bg_position=”top center” data_bg_repeat=”no-repeat” data_bg_attachment=”scroll” data_bg_size=”cover” data_border_style=”default” data_animation_delay=”0″ data_shortcode_id=”svbhz6i6r”][cmsmasters_text shortcode_id=”3l00l6hmf” animation_delay=”0″]

ORARI

Si potrà entrare a scuola al massimo 15 minuti prima del proprio esame orale e andare via subito dopo.

 

[/cmsmasters_text][/cmsmasters_column][/cmsmasters_row]

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI