DIMAGRIRE E DRENARE CON GLI SMOOTHIES

 

È arrivata la bella stagione! Quest’anno, dopo mesi di inattività ed incertezze, ci coglie ancora più impreparati ma con la carica giusta per affrontare qualsiasi sfida, anche la prova costume.

Per correre ai ripari, sperando sia assopita la voglia di impasti e lievitati, si possono realizzare deliziosi smoothies.

Cos’è lo smoothy?

Una bevanda a base di acqua o latte vegetale, frutta, verdura e spezie. Per realizzarla è sufficiente avere un frullatore ed un po’ di fantasia.

La sua consistenza è corposa e vellutata, più salutare del frappé o milkshake che prevede l’utilizzo del latte di origine animale. Quest’ultimo, infatti, associato a frutta e verdura impedisce l’assorbimento degli antiossidanti in esse contenuti.

Quella dello smoothy è una moda che si è diffusa velocemente in tutto il mondo ma che nasce, parecchio tempo fa, in America dove ormai non si contano i bar e le catene a tema. Molte star di Hollywood, sui social, diffondono le ricette preferite  quasi come fossero segreti di bellezza.

Perché aiutano a dimagrire?

Gli smoothies contengono molte fibre, più digeribili perché frullate, che producono la sensazione di essere sazi e allontanano la fame. Sono perfetti a colazione, per spezzare la fame a metà mattina o pomeriggio, subito prima o durante il pranzo. Un’alternativa pratica e gustosa per assumere le cinque porzioni giornaliere di frutta e verdure raccomandate dai nutrizionisti.

LEGGI ANCHE  RIMETTERSI IN FORMA DOPO LA QUARANTENA: LE 4 REGOLE DA SEGUIRE

Esistono infinite varianti, tutte fresche e piacevoli ma non sempre con poche calorie. Se vogliamo realizzare deliziosi smoothies per dimagrire dobbiamo considerare la frutta scelta per prepararli ed il momento della giornata in cui li sorseggiamo.

La frutta è zuccherina, non è priva di calorie ma è indispensabile per la nostra salute. Per una bevanda dimagrante non utilizzeremo certamente banane o uva per smoothies pomeridiani perché l’organismo, dopo le ore 18.00, non ha più il tempo di smaltire le calorie in eccesso. Utilizziamo, invece, molte verdure.

Si può sostituire il pranzo con lo smoothy?

Sì, se fa parte di una dieta personalizzata realizzata da un medico con tanto di ricetta, dosi ed ingredienti da osservare alla lettera.

LEGGI ANCHE  RIMETTERSI IN FORMA DOPO LA QUARANTENA: LE 4 REGOLE DA SEGUIRE

Gli smoothies tradizionali hanno una base di acqua o ghiaccio ma possono essere realizzati con latte di miglio, avena, farro, sorgo, riso o di soia, se non ci sono controindicazioni all’assunzione di fitoestrogeni.

Anche inserendo sostanze proteiche come la frutta secca, si rischia sempre di non bilanciare tutti i nutrienti necessari e per questo non è consentito improvvisare bibitoni per sostituire il pasto.

Una ricetta di smoothy saziante

Frullare insieme 15 gr di semi di lino, banana matura congelata in pezzi, mezzo avocado, mezzo bicchiere di latte di cocco o mandorla non zuccherato, un cucchiaino raso di zucchero di canna (facoltativo).  

Una ricetta di smoothy drenante

Frullare insieme 1 cetriolo, 2 gambi di sedano privati dei filamenti,  2 fette di ananas, il succo di un lime o mezzo limone, qualche fogliolina di menta e cubetti di ghiaccio. Se preferite renderlo più dolce potete aggiungere datteri, succo d’agave o miele, l’effetto drenante è comunque assicurato.  

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI