SEMPRE PIU’ LONTANO DA MESSINA IL LIVE DI TIZIANO FERRO

[cmsmasters_row][cmsmasters_column data_width=”1/1″][cmsmasters_text]

Sembrano decisamente contrapposte le posizioni dell’ organizzatore del concerto del cantante  e quelle dell’ amministrazione comunale di Messina.  Nessuna soluzione neppure oggi dopo un confronto fra le parti trasmesso sui social.

Dopo oltre un’ora di dibattito trasmesso sulla pagina facebook della Gazzetta del Sud   si è concluso  con un nulla di fatto  il confronto fra i giornalisti del quotidiano  Salvatore De Maria e Mauro Cucè  con gli assessori del comune di Messina Dafne Musolino e Pippo Scattareggia  e l’amministratore di musica da bere Carmelo Costa organizzatore del concerto di Tiziano Ferro  previsto per il 27 a giugno allo stadio  Sanfilippo e saltato a causa del Covid19,  Costa aveva chiesto al Comune di Messina di poterlo rinviare al 2021 ma l’amministrazione peloritana non ha accolto la richiesta.

LEGGI ANCHE  TORNA IL FILMING ITALY LOS ANGELES: GIANCARLO GIANNINI PRESIDENTE ONORARIO

Il comune che sta per varare il bando per l’assegnazione dello stadio Sanfilippo– hanno dichiarato gli assessori Musolino e Scattareggia-  non è nelle condizioni oggi di poter  autorizzare lo svolgimento dell’evento, occorre prima un confronto con il gestore che si aggiudicherà la gestione dello stadio e questo –è stato detto- potrà avvenire fra circa quattro mesi.

Da parte sua, l’organizzatore Carmelo Costa ha fatto sapere di non  poter attendere e questi tempi e sta valutando l’ipotesi di far tenere il concerto di Tiziano Ferro a Catania o a Palermo, così facendo –ha sostenuto Costa- la città di Messina perderà per alcune stagioni i avere grandi live nel proprio territorio, eventi che hanno consentito di occupare migliaia di posti letto e regalato occasioni di lavoro a tante persone a Messina.

LEGGI ANCHE  SPA UGUALE RELAX? SI MA ANCHE FESTA

Costa ha inoltre annunciato di aver già venduto circa 53.000 biglietti e queste in caso di diniego definitivo dell’amministrazione,  saranno costrette a vedere il live in un’altra città.

Stimolati dai giornalisti De Maria e Cucè le parti hanno rese note ognuno  le proprie esigenze, ma non sembra che al momento  sia stata trovata una soluzione a meno che….non arrivi una decisione a sorpresa, ma questa appunto, sarebbe proprio una sorpresa.

[/cmsmasters_text][/cmsmasters_column][/cmsmasters_row]

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI