IO GIORGIO CHIELLINI

[cmsmasters_row][cmsmasters_column data_width=”1/1″][cmsmasters_text]

Esce oggi l’attesa biografia del difensore della Juventus e della Nazionale Azzurra che parla di sé  e del calcio. Un ritratto a cuore aperto,  e con un pizzico di polemica.

 

Mi chiamo Giorgio Chiellini e ho scritto questo libro perchè volevo che Chiellini raccontasse Giorgio.   Comincia così “Io Giorgio” la biografia del capitano della Juventus difensore dei bianconeri e della Nazionale azzurra.

Un libro che da giorni sta facendo discutere. Non le manda a dire infatti King George. Attacca duramente il suo ex compagno di squadra Felipe Melo e lo definisce una mela marcia, una persona irrispettosa con il quale si rischiava spesso la rissa, un vero peggio del peggio.

Non meno tenero con Mario Balotelli, l’attaccante del Brescia compagno nella nazionale. “Nel 2013 contro il Brasile durante la Confederations Cup –ha dichiarato Chiellini- Lui non si prodigava minimamente ad aiutare i compagni rendendo il clima snervante.

Chiellini ha invece parole buone per il difensore del Napoli Kalidou Koulibaly, reo di aver centrato la propria porta con il più clamoroso degli autogol lo scorso 31 agosto durante un  Juventus – Napoli che stava per vedere beffata la Juve fattasi rimontare dai partenopei dopo un clamoroso vantaggio di 3 a 0. “lo stimo tanto”. Ha detto Chiellini. “Ho avuto modo di parlarci, di capire che tipo di persona sia”. 

LEGGI ANCHE  COSE TURCHE AGLI EUROPEI

 

Dopo l’infortunio della fine della scorsa estate il difensore della Juventus ha ricevuto molti attestati di solidarietà fra cui quelli di alcuni calciatori del Napoli come Insigne e del milanista Reina.

Nella sua biografia Chiellini guarda anche in casa bianconera e parla di Gonzalo Higuain che definisce  “Un ragazzo dal carattere particolare che ha bisogno di sentire attorno a sé molta fiducia e molto affetto, mentre di Adrien Rabiot, pur venendo spesso descritto come un bravo ragazzo, ha messo in fila una serie di litigi che non possono essere casuali.

Parlando di sé Giorgio Chiellini dice: In campo viene fuori una parte di me che non esiste nella vita e che ho imparato a domare. Odio l’inter ma in senso sportivo.

LEGGI ANCHE  PARTE LA SERIE A: JUVENTUS SQUADRA DA BATTERE?

Io Giorgio racconta  l’avventura di un calciatore che ha raggiunto tanti  sogni. Nel volume parla anche della sua infanzia, della sua  famiglia e naturalmente di calcio, delle tanti partite fatte e quelle che ancora lo aspettano.

Un capitolo è dedicato al recente infortunio, al lungo recupero ed al coronavirus che ha sconvolto la vita del mondo.

Edito da Sperling & Kupfer, la biografia è un vera e propria introspezione del giocatore-uomo, dove sono presenti tutti gli ingredienti che lo hanno reso il “King Kong” nazionale che tutti conosciamo ma c’è anche il lato intimo del difensore che gran parte dei tifosi non conosce: l’uomo con i propri dubbi e le proprie fragilità ed il suo impegno nel sociale.

[/cmsmasters_text][/cmsmasters_column][/cmsmasters_row]

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email