IL GOVERNO DICE SI’ AI FIDANZATI, MA SOLO SE STABILI

[cmsmasters_row][cmsmasters_column data_width=”1/1″][cmsmasters_text]

Nelle ultime ore a tenere banco la questione “fidanzati”, in un primo momento non inclusi nell’ultimo DPCM tra quei congiunti a cui è possibile far visita a partire dal 4 maggio. Ma si fa presto a cambiare idea e dopo le polemiche sollevate da più parti è arrivata la conferma. I fidanzati potranno rivedersi, ma solo se si tratta di una coppia stabile.

Niente storielle leggere o  liaison dell’ultim’ora insomma. Esclusivamente coppie consolidate, legate da un forte legame affettivo.

A chiarirlo la ministra delle infrastrutture e trasporti Paola De Micheli a ‘La vita in diretta’. “I congiunti sono le persone con le quali si intrattengono rapporti affettivi stabili, compresi i fidanzati”, ha detto la ministra, puntualizzando comunque che “una dicitura così ampia richiede la responsabilità individuale”. Questo, comunque, aggiunge, esclude pranzi di famiglia: “ma singolarmente ci potremo rivedere”. “Dubito che ci sarà in un futuro abbastanza prossimo la possibilità di assembramento anche di natura famigliare”.

LEGGI ANCHE  NUOVO DPCM, TUTTO QUELLO CHE C'È DA SAPERE

Tutto è bene quel che finisce bene e come in ogni storia d’amore che si rispetti l’happy end è arrivato, anche se per l’ufficialità bisognerà aspettare che il Governo inserisca questa ed altre precisazioni tra le Faq del suo sito ufficiale.

 

 

[the_ad id=”14593″]

[/cmsmasters_text][/cmsmasters_column][/cmsmasters_row]

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email