DALLA SVEZIA ALLA MENSA DI SANT’ANTONIO. REALIZZATA LA DONAZIONE DI BENI ALIMENTARI PROMOSSA DA ENZO CARATOZZOLO, MESSINESE RESIDENTE A STOCCOLMA CON IL SIDIS 3.0.

[cmsmasters_row data_width=”boxed” data_padding_left=”3″ data_padding_right=”3″ data_top_style=”default” data_bot_style=”default” data_color=”default” data_bg_position=”top center” data_bg_repeat=”no-repeat” data_bg_attachment=”scroll” data_bg_size=”cover” data_bg_parallax_ratio=”0.5″ data_padding_top=”0″ data_padding_bottom=”50″ data_padding_top_large=”0″ data_padding_bottom_large=”0″ data_padding_top_laptop=”0″ data_padding_bottom_laptop=”0″ data_padding_top_tablet=”0″ data_padding_bottom_tablet=”0″ data_padding_top_mobile_h=”0″ data_padding_bottom_mobile_h=”0″ data_padding_top_mobile_v=”0″ data_padding_bottom_mobile_v=”0″ data_shortcode_id=”1mxjr654ux”][cmsmasters_column data_width=”1/1″ data_bg_position=”top center” data_bg_repeat=”no-repeat” data_bg_attachment=”scroll” data_bg_size=”cover” data_border_style=”default” data_animation_delay=”0″ data_shortcode_id=”gc7g0merj”][cmsmasters_text shortcode_id=”sdfyvy6it” animation_delay=”0″]

Pasta, zucchero, salsa, olio e tanti altri generi di prima necessità sono giunti alla Mensa di Sant’Antonio grazie all’iniziativa di solidarietà voluta da Enzo Caratozzolo il giovane messinese che  vive a Stoccolma,  dalla  moglie Madeleine, alcune famiglie e svedesi e sostenuta anche dal Sidis 3.0.

 

 

Dopo la Pasqua, l’intento era quello di non far spegnere le luci sulle quotidiane difficoltà della  Mensa di Sant’Antonio che prima e soprattutto durante l’emergenza Covid 19 è divenuta il punto di riferimento per sostenere non solo i poveri della città di Messina ma anche tante famiglie in difficoltà alla ricerca di pasti caldi e viveri.

LEGGI ANCHE  SICILIA: IL VIRUS CORRE VELOCE. ANCHE MESSINA VERSO LA ZONA ROSSA

 

E l’obiettivo è stato pienamente raggiunto. Circa 1500 euro di generi di prima necessità sono arrivati alla mensa grazie alla generosità di Enzo ed alla partecipazione del Sidis 3.0, quest’ultimo incrementerà la raccolta con dei buoni spesa che saranno donati prossimamente.

 

“Sono molto felice di aver compiuto un piccolo gesto per aiutare tante persone in difficoltà della mia Messina, città che mi ha dato tanto, dove vivono i miei affetti e che mi ha dato la spinta per accrescere le mie ambizioni.” Ha detto Enzo Caratozzolo. “Spero che questo gesto venga imitato  da altri, ringrazio anche il Sidis 3.0 per aver fatto diventare ancora più grande la mia raccolta, che so proseguirà ancora nel tempo e permettetemi di ringraziare anche mia moglie Madde che ha voluto coinvolgere  tante famiglie svedesi per incrementare la solidarietà dimostrando che anche da lontano si puo’ fare tanto. Mi auguro di tornare al più presto a Messina per visitare la comunità di Sant’Antonio, e che soprattutto questo maledetto virus possa essere sconfitto per tornare a vivere senza paura.”

LEGGI ANCHE  UN GIRO INTORNO AL MONDO NELL'ORTO BOTANICO DI MESSINA

 

Intanto presso il Sidis 3.0 continua  l’iniziativa dello “scontrino sospeso”, che consente ai meno fortunati di  prendere qualcosa acquistato e lasciato da alcuni donatori. Per consentire ai cittadini di rispettare le disposizione governative il Sidis 3.0 svolge un  servizio a domicilio gratuito senza restrizioni di zona nè minimi di spesa, con ogni forma di pagamento e con personale munito di mascherina che rispetta tutte le norme di igiene e sicurezza, inoltre con ogni spesa effettuata Sidis 3.0 regala una mascherina in cotone cucita a mano, un dono utile e ormai indispensabile per poter uscire da casa in sicurezza.

 

[/cmsmasters_text][/cmsmasters_column][/cmsmasters_row]

Facebook
Twitter
LinkedIn
WhatsApp
Email
SEGUICI SUI SOCIAL

IN EVIDENZA

PIÙ RECENTI

PIÙ LETTI